Uno strano incontro.

L’Ottocento fu più di ogni altro il secolo del romanzo, il genere per eccellenza della narrativa, quello che più di ogni altro avvicinava l’ispirato autore a un pubblico borghese sempre più numeroso e potenzialmente in grado di acquistare il prodotto letterario. Il primo scrittore a intuirne veramente le potenzialità economiche fu Honoré de Balzac, sicuro […]

Respira.

Roberto Saporito è un vero scrittore, di quelli che conoscono a tal punto la letteratura da costruire congegni perfetti e piacevoli.Il suo nuovo lavoro s’intitola Respira, ed è uscito per Miraggi di Torino, Casa giovane e attenta alle novità, anche stridenti.La trama, dunque.11 Settembre 2001. Crolla la torre sud delle Twin Towers, e il protagonista, […]

Vortice. Cronache dal Corona virus. 8.

Giorno 42.Le parole cominciano a perdere di consistenza. Persino le polemiche stancano. Incrinano amicizie. Meglio la musica. I libri.Oggi riprendono le lezioni e tutti siamo contenti. Le chat scottano, i ragazzi continuano a lamentarsi, e tu scopri di essere ancora utile, nonostante i tuoi quasi sessant’anni.C’è poco da raccontare, o forse no. La scoperta del […]

Stato di famiglia nel terzo millennio.

Descrivere il male, nella sua opacità incorrotta, è uno degli esercizi più difficili per uno scrittore che voglia definirsi tale. Per raggiungere lo scopo, Alessandro Zannoni, romanziere e sceneggiatore scoperto dal grande Luigi Bernardi, racconta di un dolore, anzi di più dolori, tutti veri, intensi, talmente forti, grigi e angosciosi che generano inevitabilmente un male. […]

Pasquetta. Cronache dal Corona virus. 7.

Pasqua. Uno dei rischi che questo periodo di stasi forzata ha portato con sé è costituito dalla necessità di sostituire a qualsiasi forma di progetto, neutralizzato dalla quarantena, un pressante bisogno di fare, subito, e senza grandi obiettivi… ascoltare musica, vedere film, mangiare… Ieri, a Pasqua, privato anche dell’uscita per la messa, ho ingaggiato un’estenuante […]

Pasqua. Cronache dal Corona virus. 6.

Venerdì Santo. Mentre mi preoccupavo del colesterolo e delle dosi del farmaco che dovrò prendere per tutta la vita, il nostro beneamato Giuseppi ha prorogato il gabbio sino al 3 maggio. Non poteva scegliere momento migliore, d’altronde la Pasqua è il momento dell’attesa. La Pasqua. Mi chiedo che significato possa avere, oggi, al di là […]

Cronache dal Corona virus. 5.

Primo giorno di primavera. Sento ancora il bisogno di scrivere. So che è banale, ma scrivere è sempre stata per me come una molla per reagire, soprattutto nei momenti più difficili della vita. Perché scrivere unisce, e a me pare invece che negli ultimi giorni si stia riaffacciando quell’antico vizio del rinserrare le fila, del distinguere […]

Sui confini di un’Europa che non esiste più.

C’è un libro, piccolo, maneggevole, sottile, che riprendo spesso in mano, per svariati motivi. Intanto è il libro di un amico, e poi parla di Europa, di questo nostro continente-nazione che ci unisce e ci divide da trent’anni almeno, da quando cioè in un piccolo centro del Lussemburgo è stata ratificata la Convenzione che ha […]