Il pianeta Terra è triste.

luna_p2
E’ il primo ricordo nitido.
48 anni fa.
Avevo i calzoni corti dei Remigini e correvo dietro a mio padre sulla superficie dura dell’attico. L’umidità della sera ci costringeva a rientrare.
Mia madre ascoltava questa canzone alla radio. Preparava la cena in anticipo, perché di lì a qualche ora l’uomo sarebbe arrivato sulla luna… lui, il genio, aveva preceduto tutti, di nove giorni…
« …il pianeta Terra è triste, e non c’è niente che io possa fare… », faceva quella canzone, stranamente orecchiabile.
La luna, quella vera, ci guardava, per niente preoccupata di quell’uomo, e così mi guarda adesso, e l’unica certezza è lei, splendente allora e adesso, ora che ho capito quanto sia triste il pianeta Terra…
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...