Libri. Dentro, di Sandro Bonvissuto.

  Un libro. Tre racconti. Un percorso. Una storia al contrario, a ritroso nella vita di un individuo, dalla drammatica sorte della maturità alle prime esperienze dell’infanzia. Nella lettura non ci sono regole. Si può leggere diligentemente un libro dall’inizio alla fine, si può interromperne la lettura appena s’incontra una descrizione che si avvolge noiosamente … More Libri. Dentro, di Sandro Bonvissuto.

Birre.

  Che poi, fosse servito realmente a qualcosa avrebbe capito, ma, invece… ci aveva pensato a lungo quel giorno, proprio lì, oltre la porta del locale, quasi da quel gesto dipendesse il destino del suo già misero futuro. Bionda, bianca, ambrata, rossa, scura, speciale… la lavagna, finto vecchio stile era invitante. E così aveva deciso… … More Birre.

Sara.

  Sul tavolino le birre erano allineate perfettamente, quasi si trattasse di un rito propiziatorio. “Come stai, ora, Vittorio?” “Meglio, Nino, meglio. Sai, stavo riflettendo. Ti ricordi quella sera di trent’anni fa in cui uscimmo insieme io, Sara, tu e quella ragazza francese che ti faceva il filo? Come si chiamava? Ah, sì, Michelle!” “Sì”, … More Sara.

Faya.

  Vittorio, per la prima volta dopo tanti giorni, si era svegliato di buon umore. La verità era che ogni volta, dopo l’ultima sbronza, non ce la faceva più a continuare quella che era stata la sua vita precedente. Improvvisamente la trovava sbagliata, irreale. Senza indugio, quindi, reagiva, e s’inventava qualcosa che lo facesse sentire … More Faya.

La gioia dei bambini, di Aldo Pintor.

  Aldo Pintor, avvocato, mi invia questa profonda riflessione, che pubblico. Salve a tutti, ieri ho avuto una preziosa rivelazione del significato delle parole di Gesù “se non tornerete come bambini non entrerete nel Regno dei Cieli”. Badate, dice non entrerete, non io non vi farò entrare. Questa è la storia. Angelo Urban, l’allenatore di … More La gioia dei bambini, di Aldo Pintor.

Quella volta che divenni improvvisamente adulto.

  Quell’anno mio padre e mia madre mi avevano accompagnato con l’850 special avorio sino ad Alghero, raccomandandomi di prendere soltanto autobus di linea e di campeggiare nei luoghi affollati da altri tendisti. Lo zaino che portavo sulle spalle pesava più di venti chili perché mia madre, pensando di farmi un favore, l’aveva stipato di … More Quella volta che divenni improvvisamente adulto.

Tous les Chemins mènent… Au pied de Cochon!

  Durante l’ultimo anno che trascorsi a casa sua, mio padre faceva spesso capolino, di notte, nella mia camera. Sapeva che a quell’ora, chiuse le tende e accesa la grande lampada della scrivania, mi immergevo nella lettura di uno dei tanti Simenon che ogni settimana, da qualche tempo, costituivano la mia insostituibile compagnia, in quelle … More Tous les Chemins mènent… Au pied de Cochon!